L’associazione

L’Aquila, 6 aprile 2009. Muore una città con tutti i suoi borghi. Cinque anime si ritrovano, cinque artisti di differenti estrazioni formative, ma tutti legati da un unico filo: la competenza, l’amicizia, la stima reciproca e l’identità culturale.

Nel maggio 2009 iniziano a portare in scena nelle piazze e nelle tendopoli musica di antichi timbri e brani raccolti da Facebook, da lettere inviate a giornali on line, dai blog che nascevano sulla spinta del bisogno di informarsi, informare e comunicare con gli altri cittadini che la diaspora dello sfollamento aveva portato fuori città. Nasce così, come un work in progress, lo spettacolo “Lettere da L’Aquila”.

L’associazione Animammersa si costituisce  poi nel novembre 2009.

Il progetto

Animammersa  è affermazione dell’identità sociale e culturale di L’Aquila  dopo il sisma del 6 aprile 2009; è raccolta e racconto delle voci e delle esperienze della città e dei suoi abitanti alle prese con un disastro naturale ed economico.